Elisa Cavalli

Vicina ai miei 50 anni, posso ora definirmi come una “ricercatrice”. Sicuramente chi mi ha incontrata in gioventù, imbattendosi nei miei numerosi “perché” ha usato altre definizioni… dalla scuola, all’oratorio, alle compagnie di amici, i miei colloqui e i miei “perché” creavano spesso qualche grattacapo.

A scuola ero affascinata dalle scienze ma trovavo tutto molto superficiale, sentivo il bisogno di arrivare alla ragione prima, alla forza che tutto muove.

In oratorio discutevo con il prete e le suore soprattutto delle cose che la mia religione bollava come sbagliate e chiedevo  spiegazioni che potessero soddisfare la mia logica e la mia intelligenza.
Il rapporto con gli altri mi faceva porre altri tipi di quesiti sulle diverse reazioni agli eventi e sul come ognuno vivesse in modo unico le emozioni e le relazioni.

Sono cresciuta conducendo una vita “normale” con un lavoro da impiegata come tanti ed una vita parallela di ricerca. Ho frequentato diversi corsi: Reiki  con cui ho avuto un primo approccio con l’energia umana. Corsi di erboristeria che mi hanno avvicinata all’amato mondo vegetale e alle forze e gli esseri che per esso si prodigano. Ho frequentato Corsi di Terapia Energovibrazionale TEV 1, TEV 2, TEV 3 TEV 4 di Domoterapia 1 e 2.

Lo studio della Teosofia e della struttura e funzioni dei nostri corpi sottili ha catalizzato invece il mio interesse durante l’ultimo decennio.

É stato proprio durante un intervento di riequilibrio dell’aura che mi sono imbattuta nel Gioco della Trasformazione.

Non sapevo cosa fosse e dopo aver fatto alcune ricerche durante il mese di giugno, partivo ad Ottobre dello stesso anno, il 2016, per Findhorn (Scozia) per fare il corso e diventare facilitatore. Un corso impegnativo e pieno di sfide e altrettante soddisfazioni.

Cosa significa per me il Gioco della Trasformazione?

Il Gioco della Trasformazione unisce in una armoniosa alchimia la possibilità di sondare le reazioni ed anche le relazioni umane, la conoscenza dei labirinti e dei percorsi iniziatici ed anche il contatto con gli esseri che ci assistono, i Deva o Angeli…

Il Gioco della Trasformazione può aprire gli occhi interiori di chiunque sia disposto a guardarsi dentro senza preconcetti e a scoprire nuove visuali da cui poter osservare il proprio percorso.

É un gioco, ma è soprattutto uno strumento prezioso e alla portata di tutti, non richiede particolari approcci, nessun tipo di fede o credenza.

Il Gioco della Trasformazione è un’esperienza, che può essere paragonata ad un viaggio nell’anima e che, come ogni viaggio, può arricchire chiunque decida di partire per questo posto così speciale e così misterioso come è la nostra vita.

RIFERIMENTI
Riferimento Telefonico: +39 3474542636
E-mail: elisa.cavalli@gmail.com

 

Salva

Salva

Salva

Salva